Oscar Piattella


Mostre 1973


La geometria, cui Piattella fa ricorso per costruirvi attorno le proprie architetture luminose, è pretestuosa, un semplice supporto per i moti sottili della luce, un supporto che spesso si rompe, scompare, soverchiato dall'onda luminosa. La quale si espande eguale e profonda o si scompone e frange mettendo di continuo in discussione lo schema geometrico lungo il quale il pittore la incanala.

La nuova pittura di Piattella, pur essendo molto diversa dalla antica, è tutt'altro che incoerente rispetto ad essa ed è simile nei fini anche se i mezzi sono cambiati. Più strenuo e sottile, certo, l'impegno, più puro il lirismo, più alti i risultati.

Cesare Vivaldi.