Oscar Piattella


Mostre 1984


1984 –

Afferra il colore del silenzio liberato dai secoli, traduce il tempo in spazio.
Nello studio-laboratorio di Piattella, esperto alchimista, trovi muri così, giacciono come cadaveri in attesa di essere freddamente analizzati ma ancora vibranti di eterna magia.
Ora, superfici e materie, strutture e muffe, segni ed ombre, tracce e macchie hanno l'aspetto magico del mito, sono l'alfabeto del tempo.
Che Piattella abbia risolto, con la fissità delle sue strutture, il problema del numero periodico, l'enigma del moto perpetuo?

Sandro Sartori